T-Blog

Il retail é cambiato! Oggi esistono nuove figure a supporto di brand e designer per progettare in modo sicuro e veloce.

Lo studio di un nuovo concept è un’operazione molto complessa che consente alle aziende di focalizzarsi sui fattori determinanti per creare condizioni favorevoli al loro business senza rischiare di sbagliare.

Negli ultimi anni, stiamo assistendo ad una vera propria diminuzione dei tempi di progettazione per lo sviluppo di un punto vendita.

La rincorsa all’ultimo minuto per aggiudicarsi gli spazi più ambiti e la necessità di ridurre i giorni persi di mancato incasso ha costretto i progettisti a lavorare in tempi sempre più stretti.

In uno scenario professionale sempre più complesso la compresenza di un approccio creativo, come quello di designer e architetti e di competenze manageriali e gestionali, rappresenta oggi un indubbio vantaggio competitivo.

Nella nuova dimensione del Retail non è più possibile isolare le fasi progettuali da quelle esecutive!

La nostra ricerca ha identificato varie opportunità per i retailer e i progettisti al fine di accelerare il percorso di sviluppo di un progetto, in particolare, l’importanza di gestire il brand fin dalle prime fasi di sviluppo del concept design.

Quando i clienti ci chiedono il motivo per cui tutto questo deve essere fatto in anticipo, di solito, mostriamo loro che in decenni di esperienza nello svolgimento di ristrutturazioni complesse e nuove costruzioni di spazi commerciali abbiamo sempre dimostrato che, quando la progettazione e la costruzione sono integrate e gestite correttamente, ci sono sempre risparmi e risparmi di tempo complessivi.

Se il progetto non è completo e si procede ad un livello schematico dei disegni ci saranno senza dubbio domande e informazioni mancanti man mano che il processo procede.

Ad esempio, lo sviluppo di un prototipo e la sua ingegnerizzazione dovrebbero essere un passaggio fondamentale durante la fase iniziale di progettazione di un nuovo format, in quanto permettono la valutazione delle migliori soluzioni nel rispetto del budget prefissato.

Per questa ragione, è sempre più sentita la necessità di una figura professionale con competenze ampie e poliedriche come quella del Concept Advisor, una figura evoluta che coniuga capacità creative con competenze gestionali ed economiche e che, riesce ad interpretare i dettagli progettuali del concept design anticipando soluzioni tecniche e rischi.

Una figura che abbiamo gradualmente inserito nello sviluppo dei nuovi format Retail e che non ha solo permesso di minimizzare i rischi ma anche di porre attenzione allo sviluppo di nuove tecnologie e materiali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

diciotto + sei =