T-Blog

Come si evolveranno le spedizioni nell’era Amazon.

Mentre il “Prime Day” 2019 di Amazon è stato pieno di complicazioni, dalle proteste dei lavoratori alle indagini antitrust, il gigante della tecnologia ha nuovamente battuto i record con 175 milioni di oggetti venduti, superando sia il Black Friday che il Cyber ​​Monday messi insieme. In soli vent’anni Amazon ha rivoluzionato il settore della logistica eseguendo direttamente gli ordini e offrendo i suoi servizi di spedizioni a terzi che vendono sul mercato di Amazon.

Quest’anno, più della metà delle famiglie statunitensi saranno membri Prime. Mentre Amazon riduce costantemente i costi e i tempi di consegna, le aspettative dei consumatori continuano a crescere. Ma cosa significa questo per altri rivenditori?

Per sopravvivere nell’era post-amazzonica, il modo in cui le aziende hanno immagazzinato e consegnato beni fisici alla loro destinazione finale dovrà cambiare profondamente nel prossimo decennio. Di seguito sono elencate alcune delle principali sfide che deve affrontare il panorama della logistica e tre previsioni che possiamo aspettarci di vedere in seguito.

La sfida

Battere Amazon è difficile a causa delle sue dimensioni, ampiezza e profondità della sua infrastruttura di stoccaggio e di realizzazione e automazione all’avanguardia. Nel frattempo, la tipica catena logistica è diventata sempre più complessa dal trasporto di beni fisici dagli impianti di produzione alla consegna dell’ultimo tratto verso i consumatori.

Il divario tra le aspettative dello spedizioniere e le capacità dei fornitori di servizi logistici continua ad aumentare, aumentando la capacità e le capacità ma diminuendo la visibilità e il controllo dello spedizioniere sul processo.

Qual è il prossimo passo per la logistica?

Gli spedizionieri dovranno sempre più reinventare la loro catena del valore logistico e aggiornare varie funzioni, dallo stoccaggio alla distribuzione, nonché sfruttare nuovi partner che apportano tecnologie e competenze innovative.

Le startup tecnologiche che sono ben posizionate per costruire soluzioni snelle ed efficaci per l’intero settore sono quelle che si concentrano sulla risoluzione di specifici punti deboli, incluso il miglioramento, la visibilità lungo la catena logistica; velocità di consegna; ed economicità di conservazione e realizzazione.

  • Il monitoraggio 24/7 diventerà prioritario.

Negli ultimi anni, l’ondata di “consumerizzazione dell’IT” ha colpito l’industria della logistica, il che significa che i professionisti si aspettano che il software aziendale assomigli alle app di consumo che usano ogni giorno: semplice, veloce e facile da usare.

La maggior parte delle infrastrutture ereditate delle aziende ha difficoltà a tracciare o visualizzare facilmente l’inventario esistente. Una nuova ondata di soluzioni sostenute dalla tecnologia e supportate dall’ impresa che sposa tecnologia ed esecuzione è emersa per affrontare questi problemi.

  • La spedizione in giornata sarà la norma.

Il recente annuncio di spedizione di un giorno di Amazon è un precursore di dove l’industria verrà spinta. Secondo Invesp, oltre il 65% dei rivenditori intervistati prevede di offrire la consegna in giornata entro i prossimi due anni.

Molti stanno cercando di risolvere soluzioni di evasione end-to-end per i player di e-commerce, inclusi servizi di deposito, imballaggio, evasione, trasporto e logistica inversa. Startup come Deliverr, Shipmonk e Darkstore offrono soluzioni competitive o migliori in termini di costi e velocità, di solito controllando direttamente la fornitura di storage e l’outsourcing o la consegna in crowdsourcing.

Altri sono diventati verticali, come la società di portfolio Cathay Innovation e l’app di consegna Glovo, che recentemente ho lanciato la loro versione di un dark store delle dimensioni di un garage con un inventario limitato all’interno delle città, ma con l’obiettivo di garantire una consegna in 15 minuti.

Secondo l’amministratore delegato di Glovo, Oscar Pierre, “I dark store sono una priorità per noi e prevediamo di aprire altri negozi a Barcellona, ​​Lisbona, Milano e Tbilisi entro il prossimo anno. Essere in grado di consegnare entro 20 minuti ha un’enorme influenza sulla decisione del cliente. Quando i tempi di consegna sono brevi e la sensibilità dei prezzi è bassa, questo è ciò che induce le persone a decidere tra andare al negozio di alimentari locale o ordinare dall’app “.

  • L’efficacia in termini di costi dello stoccaggio e della realizzazione migliorerà rapidamente.

Proprio come Spotify e Netflix hanno condizionato i consumatori ad un prezzo di circa 10 €, i rivenditori e i responsabili dell’ultimo tratto della consegna stanno facendo lo stesso con la spedizione. Ciò limita la capacità degli spedizionieri di trasferire i costi ai consumatori, costringendo così i venditori a cercare altrove per ridurre i costi.

Diverse startup stanno emergendo per risolvere il problema che le società sono scarsamente attrezzate per risolvere: consentire ai rivenditori di competere con Amazon, rispondere più rapidamente alle esigenze del mercato e contenere costi crescenti.

Settore in movimento.

Diverse innovazioni tecnologiche, dai sensori IoT ai modelli di machine in lettura fino arrivare ai robot autonomi, stanno trasformando la catena logistica. Le start-up non solo hanno l’opportunità di sopravvivere all’era post-amazzonica, ma aiutano l’industria in espansione dell’e-commerce a sfruttare il suo potenziale di innovazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

cinque × 3 =