T-Blog

Il Design Thinking.

Il Design Thinking è molto più di una parola d’ordine corrente. È diventato una strategia di ricerca critica applicabile a molti settori.

Il Design Thinking è un modello progettuale utilizzato per risolvere problemi complessi impiegando una visione e una gestione creativa, codificato attorno agli anni 2000 in California dall’Università di Stanford. È considerato un approccio democratico capace di mobilitare tutte le risorse aziendali, visto che consente a tutti i membri di contribuire alle soluzioni.

È centrato sulla persona e sulla sua capacità di sviluppare un pensiero sia come soggetto ideatore sia come destinatario del progetto.

Nella sfera del Retail, dove il design si espande oltre i siti Web, un buon designer ricerca e risolve i problemi con un risultato che è raggiungibile ed emotivo.

Come spiega Anjali Lai, analista senior di Forrester, la nuova realtà del Retail risiede nelle emozioni dei consumatori.

“Le aziende devono inserire le emozioni che alimentano i desideri dei consumatori di interagire con un marchio o un prodotto e giocare con loro per attirare i consumatori nell’esperienza del marchio”

Perché i Retailer devono incorporare il Design Thinking?

Una mancanza di empatia ha un impatto negativo sulle vendite man mano che perdi l’opportunità di entrare in contatto con i tuoi clienti.

È difficile mettersi nei panni del cliente e vedere le difficoltà dal loro punto di vista. Ma quando i rivenditori sono in grado di identificare i veri ostacoli dei consumatori e risolvere questi problemi, possono migliorare significativamente l’esperienza del cliente, guadagnare la loro fiducia e, in definitiva, il loro business.

I “pensatori di design” sono addestrati a progettare con empatia e ad intrecciare tecnologia, ricerca, spazialità, creatività visiva e interazione con l’utente per creare potenti idee e opportunità di trasformazione.

Introducendo diversi modi di risoluzione dei problemi e metodi per scoprire ciò di cui le persone hanno veramente bisogno, il design thinking aiuta le organizzazioni a cambiare le loro culture per diventare più incentrate sul cliente e collaborative.

L’esperienza Omni-channel sta guidando il cambiamento del retail.

Stiamo attualmente vivendo un’evoluzione nel settore del Retail portato avanti da un aumento della tecnologia e una connessione sociale sempre crescente. Le persone condividono le informazioni, come recensioni ed esperienze, più velocemente e più frequentemente che mai. La conseguenza di ciò è che i rivenditori devono adattare la loro proposta commerciale a una forza in costante cambiamento guidata dai loro clienti.

Ma per creare veramente un’esperienza completa, che attraversi tutti i canali, anche conosciuta come omni-channel, i rivenditori devono approcciarsi al design in modo completo.

Progettare l’esperienza di vendita al dettaglio con il consumatore in mente significa utilizzare il design thinking per approfondire la psicologia del consumatore, l’esperienza dell’utente e le esperienze senza attrito.

Creare un prodotto che incrementa il valore del brand.

Il design thinking conferma che il design, come processo ha maggiori opportunità di aggiungere valore al marchio.

Quando i principi di progettazione sono applicati alla strategia e all’innovazione, il tasso di successo per l’innovazione migliora notevolmente. Le aziende con il più alto valore del marchio tra cui Nike, Coca-Cola, Google e Apple hanno innovato e lanciato prodotti, funzionalità e soluzioni che vengono immediatamente accettate dai clienti come esperienze fantastiche.

Per i rivenditori online, la personalizzazione, le politiche di reso facili, l’utilizzo di negozi fisici e in-store, la fusione dei social media con i siti Web sono solo alcuni modi per creare un valore di marchio sostenibile.

A causa dello straordinario tasso di successo delle aziende di design, il design si è evoluto oltre la creazione di oggetti. Le organizzazioni ora vogliono imparare a pensare come designer.

Le aziende che comprendono e progettano intuitivamente prodotti ed esperienze in linea con le aspettative del mercato hanno maggiori probabilità di aumentare la mente e la quota di mercato e di avere un valore di marchio sostenibile.

Il successo è quindi sviluppare un approccio davvero coinvolgente.

I commercianti che utilizzano il design thinking come sfaccettatura del proprio prodotto e l’innovazione dell’esperienza del cliente sono più competitivi nel panorama del commercio in continua evoluzione, grazie alla personalizzazione e al valore del marchio che offrono ai clienti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

diciassette + 6 =