T-Blog

Pagamento autonomo. La nuova tendenza del Retail fisico.

Amazon Go per primo ha aperto le danze nel 2018 creando un vero e proprio negozio automatizzato di 1.800 piedi quadrati ubicato presso la sede di Amazon a Seattle. Il negozio si affida a sensori e telecamere per rilevare in tempo reale quali articoli gli acquirenti hanno preso dagli scaffali e cosa hanno rimesso a posto.

I clienti quindi escono semplicemente dal negozio quando hanno tutti gli articoli di cui hanno bisogno nella loro borsa, in cui vengono automaticamente fatturati tramite la carta collegata al loro account Amazon.

 

Ora la tendenza sta proseguendo, la rinnovata enfasi sui servizi igienico-sanitari durante i blocchi COVID-19, che proviene sia dai consumatori che dai lavoratori, ha accelerato lo sviluppo e l’adozione di opzioni di pagamento senza contatto. Nel 2021, alcuni negozi locali inizieranno ad adottare questa tecnologia, che rinuncia completamente al processo di cassa a favore di un’esperienza di acquisto immediata.

La notizia è il risultato di AiFi, una società che crea esperienze di acquisto autonome non invasive alimentate dall’intelligenza artificiale, in collaborazione con Wundermart , questa sinergia si presenta sotto forma di 20 minimarket autonomi che verranno lanciati entro quest’anno.

La partnership AiFi-Wundermart fa parte di un numero crescente di modelli di cassa autonomi che spuntano in vari angoli del globo.

La creazione di un’esperienza di acquisto più fluida diventa un punto di riferimento durante le fasi di ammodernamento dei negozi esistenti e consentirà al rivenditore di procedere più rapidamente sul fronte delle vendite.

Ci sono anche nuove tecnologie di checkout autonomo che utilizzano un carrello della spesa alimentato dall’intelligenza artificiale per controllare quali articoli i clienti stanno acquistando.

 

Una di queste è “Caper Counter”, un bancone senza cassa progettato per mini-market sotto i mille metri quadrati. La tecnologia fornisce un checkout autonomo per mantenere i clienti e i dipendenti al sicuro e ridurre al minimo l’interazione umana durante gli acquisti e, soprattutto, è completamente plug-and-play, il che significa che non è difficile da implementare negli spazi esistenti.

I clienti che vorranno sfruttare la nuova tecnologia saranno in grado di entrare nel negozio pilota, prendere quello che vogliono e uscire, senza dover scansionare nulla o aspettare in fila per pagare.

Il sistema ha anche il risultato di creare un ricco flusso di informazioni pertinenti al comportamento dei consumatori e alle prestazioni degli articoli. Queste informazioni possono aiutare i rivenditori fisici a competere con i rivenditori digitali basati sui dati in modo più efficace.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

3 × tre =