T-Blog

Wonderflow eletta startup più innovativa del fashion Retail.

È la startup vincitrice dell’Innovation Village Retail di Expo Riva Schuh & Gardabags, un contest (oltre che un’area espositiva) dedicato alle realtà più innovative che operano nel settore della moda al dettaglio e che ha visto gareggiare nella selezione in finale altre nove realtà.

La soluzione proposta da Wonderflow analizza la Voice of Customer (VoC, la «voce dei clienti») dei brand, oltre a quella dei loro competitor; vale a dire recensioni di prodotti, record dei servizi clienti e sondaggi, che vengono trasformati, grazie all’intelligenza artificiale, in dati su cui basare decisioni strategiche. Queste fonti di feedback vengono analizzate da un sistema chiamato Natural Language Processing, che è in grado di tracciare un quadro dei principali bisogni dei clienti, restituendo indicazioni sulle strategie da adottare, monitorandone di volta in volta gli effetti.

Fondata ad Amsterdam nel 2014 da un team italiano (Riccardo Osti in copertina, Giovanni Gaglione e Michele Ruini), Wonderflow ha chiuso nel 2021 il suo quarto round di finanziamento, raccogliendo 20 milioni di dollari. Dopo l’avvio delle attività in Olanda, dove la società mantiene una sede operativa e quella legale, l’arrivo in Italia si è concretizzato con l’apertura degli uffici di Trento e Milano e l’ampliamento dell’organico alle attuali 70 persone, di 15 diverse nazionalità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

19 + 16 =